Kompagni, caliamo le braghe!

Diktat UE: il P$ vuole che gli svizzerotti paghino la disoccupazione ai frontalieri

 

Ohibò, questa è bella! Anche in Romandia i politicanti si accorgono di avere un problema con la fiscalità dei frontalieri, i quali lasciano in Svizzera troppe poche tasse. Da notare che i ristorni delle imposte prelevate ai permessi G ai rispettivi paesi d’origine sono regolati in modo diverso con i vari Stati di provenienza. In altre parole: ciò che viene ristornato all’Italia non corrisponde a quel che ottiene l’Austria, mentre con la Francia c’è un’altra convenzione e con la Germania un’altra ancora.

Per quel che riguarda questo sfigatissimo Cantone, la grottesca telenovela del nuovo accordo fiscale con il Belpaese che a Roma hanno imboscato in un cassetto, dove è destinato a rimanere nei secoli dei secoli, è tristemente nota; non serve ripeterla.

Ma cosa succede in Romandia? Succede che il P$ del Canton Giura, udite udite, chiede di aumentare le imposte ai frontalieri!

Dalle nostre parti, una simile proposta da parte della gauche-caviar sarebbe impensabile: i $inistrati fanno sempre e solo gli interessi degli stranieri, e le tasse semmai le alzano ai ticinesi per mantenere sempre più migranti economici.

I $ocialisti giurassiani, dunque, sorprendono in positivo; non fosse che… sotto c’è sempre un inghippo! Infatti i kompagni del Giura vogliono aumentare le imposte ai frontalieri perché, dicono loro, “tra qualche anno” (?) gli svizzerotti dovranno pagare la disoccupazione ai permessi G.

Frena Ugo! Tale demenziale disposizione è infatti al momento al vaglio degli organi della fallita UE. Tuttavia, anche nel caso in cui venisse definitivamente approvata, la Confederella non sarebbe affatto tenuta ad applicarla: mica siamo uno Stato membro! A meno che, ovviamente, la partitocrazia PLR-PPD-P$$ per l’ennesima volta si chini a 90 gradi davanti al Diktat in arrivo da Bruxelles.Evidentemente, i kompagni giurassiani partono dal presupposto che la calate di braghe avverrà. Non solo, ma evidentemente la approvano pure! Infatti, invece di battersi – come fa la Lega – affinché il (probabile) nuovo Diktat degli eurofalliti NON venga recepito in Svizzera, vogliono aumentare le imposte ai frontalieri!

Proprio vero che la $inistra non si smentisce mai! Del resto il programma del P$$ prevede l’adesione della Svizzera alla DisUnione europea. E quindi…

Lorenzo Quadri